Migliorare l’isolamento termico di un’abitazione garantisce non solo un aumento del comfort abitativo ma grazie alla conseguente diminuzione delle dispersioni termiche che si rifletterà in una diminuzione dei consumi dovuti ad attività di riscaldamento e raffrescamento.

Ecco alcuni passi per migliorare l’isolamento termico della vostra casa:

  • Cambiare gli infissi con infissi a vetrocamera con doppio o triplo vetro. Consigliato anche la scelta di infissi con inerti a bassa conducibilità termica (argon, kripton, xenon).
  • Scegliere infissi a taglio termico. Grazie ad uno speciale materiale termoisolante, posto tra la parte interna e la parte esterna, questi infissi ridurranno al minimo la dispersione del calore senza disperderlo all’esterno.
  • Applicazione di guarnizioni paraspifferi alle finestre. Si tratta di un semplice rimedio che riduce al minimo le infiltrazioni di aria fredda attraverso l’applicazione di guarnizioni parasfifferi in gomma, plastica o alluminio reperibili facilmente in commercio, si trovano sotto forma di strisce adesive quindi sono anche di facile e rapida applicazione.
  • Isolare i cassonetti degli avvolgibili. I cassonetti delle tapparelle possono rappresentare un punto di elevata dispersione del calore  che spesso viene sottovalutato e trascurato. Consigliamo quindi un intervento di coibernazione dei cassonetti che solitamente genera un miglioramento elevato del livello di isolamento termico della casa. La coibernazione termica dei cassonetti non rappresenta un intervento molto costoso ma può apportare consistenti benifici e piacevoli sorprese in bolletta!
  • Altro fattore da tener presente è l’areazione degli ambienti. Leggi l’articolo dedicato alla ventilazione della casa.

Lascia un commento