Isolamento termico e risparmio energetico. Obiettivi che diventano raggiungibili attraverso gli infissi di nuova generazione, infissi che riescono in modo ottimale a trattenere il calore in inverno e favorire la fuoriuscita di aria calda nei periodi estivi.

Infissi nuove generazione vs vecchi infissi

La differenza rispetto ai vecchi infissi si nota sia in termini di efficienza energetica che di risparmio sulle spese per il riscaldamento. Per questi motivi è sempre più importante andare a sostituire i vecchi infissi con i moderni serramenti, i quali consentono addirittura di “guadagnare” energia.

Il confronto si può appurare attraverso il calcolo del Valore UW, cioè il coefficiente di trasmittanza termica di una finestra misurata in Watt per metro quadro e Kelvin (W/m²K). Gli infissi ad invetriatura semplice, comunemente utilizzati negli anni Settanta, ottenevano un coefficiente superiore a 5. I serramenti con vetro isolante non rivestito impiegati fino al 1995 si fermavano ad un valore UW pari a 3. I modelli di infissi di nuova generazione sono caratterizzati da vetro termocoibente e moderne strutture a telaio e l’efficienza energetica è evidente: il valore Uw raggiunge l’1,1 per le moderne finestre con isolamento termico e addirittura lo 0,8 per le finestre a coibentazione elevata.

Ma cosa rende i nuovi serramenti così efficienti?

  • L’utilizzo di gas inerti. Nell’intercapedine dei moderni infissi termoisolanti vengono create camere d’aria stratificate che isolano la casa dalle temperature esterne. All’interno viene impiegato per lo più argon, un gas inerte che ha una capacità coibente maggiore dell’aria.
  • La presenza di un rivestimento basso emissivo. Con vetri basso emissivi si intendono vetri isolanti in grado di ridurre gli scambi termici con l’ambiente esterno senza compromettere la trasmissione della luce all’interno degli edifici. L’ottimizzazione del vetro si ottiene grazie alla presenza del cosiddetto “Strato Low-E”. Si tratta di un sottile rivestimento di metallo nobile applicato in fase di produzione su un lato del vetro con uno speciale processo magnetronico. Collocandosi nell’intercapedine, tale rivestimento impedisce al calore di fuoriuscire dall’ambiente, isola dal freddo durante l’inverno e allo stesso tempo lascia filtrare in modo ottimale la luce proveniente dall’esterno.
  • L’invetriatura tripla. Il futuro degli infissi a risparmio energetico è determinato da questa tipologia di vetro che, rispetto alla vecchia invetriatura semplice, disperde solo un decimo del calore, permettendo di ottenere un’efficienza tangibile. Gli edifici possono riuscire in questo modo a “guadagnare” energia e ottenere notevoli risparmi, in particolare nei periodi di accensione degli impianti di riscaldamento.
  • L’innovazione nel telaio. Oltre al vetro, il telaio è un altro elemento fondamentale nella creazione di una moderna finestra a isolamento termico. Le dimensioni dei telai sono proporzionalmente aumentate nel tempo, a causa dell’aumento di spessore dei vetri (dai circa 4 mm dell’invetriata semplice fino ai 40 mm dell’invetriata tripla).
    Scopri tutti i vantaggi del nuovo controtelaio Finstral

Perchè sostituire i vecchi infissi

Alla luce delle caratteristiche dei nuovi serramenti, l’innovazione e la convenienza appaiono evidenti. Sostituire i vecchi infissi con finestre moderne a elevato coefficiente di coibentazione termica rappresenta un vero e proprio investimento. Un ottimale isolamento termico dell’abitazione significa infatti risparmio energetico, con conseguenti vantaggi ambientali ed economici. Una scelta vantaggiosa sia per l’uomo che per l’ambiente.

Sostituiamo i vostri infissi rapidamente e senza bisogno di opere murarie

Lascia un commento