Le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici e le ristrutturazioni passano ad un’aliquota fissa del 50%.

Per fare il punto della situazione prima le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie erano fissate al 36% mentre quelle per la riqualificazione energetica erano del 55%. Dopo la modifica del testo è stata anche introdotta la proroga per le detrazioni :
•    per quanto riguarda interventi di ristrutturazione edilizia la nuova aliquota entra in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto.
•    per gli interventi di riqualificazione energetica la nuova aliquota scatta dopo 30 giugno 2013, e fino ad allora vige la precedente (55%).

Per quanto riguarda la detrazione del 55% applicabile fino al 30 giugno 2013 essa si riferisce a specifici interventi.

Interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti, parti di edifici esistenti o unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, dotati di impianto di climatizzazione:
a) isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato;
b) sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato;
c) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione;
d) installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da Est-Sud-Est a Ovest, fissi o mobili, non trasportabili.

Interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza:
a) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
b) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre esistenti e dei fabbrica- ti rurali esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa;
c) installazione di collettori solari termici, anche ab- binati a sistemi di solar cooling;
d) sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore.

Vuoi saperne di più?
Scarica il supplemento della Gazzetta Ufficile con il DECRETO 28 dicembre 2012.

Lascia un commento